tre

Perché quando nasci sotto un vulcano dentro un’isola a tre punte, perché quando hai viaggiato trovando porte aperte ovunque, ma il tuo cuore resta ancorato al tuo primo amore, perché quando ti fermi godi, e quando corri incontri chi si è fermato per godere, perché non importa il male o il bene che hai ricevuto in quest’isola invidiata da molti, bistrattata dall’ignoranza, ma la Sicilia è una, credo sia il cuore del mondo, e merita amore, perché è mamma, e allo stesso tempo figlia, perché nonostante esca poco, e viaggio spesso, il mio mondo è quì.

tre

tre

Info su installazioni

Symbols, images, continuous reflections, moments that fluctuate over time, words thet open and words that close, breaths which meet in a heartbeat, amplifying the presence standing before the Door, in front of the panorama of all dimensions. Sounds without commas or full stops, absorbing the way ahead, predestined from the first breath of the note, at the achievement of their performance on a stage where everything is present, although not immediately visible, like a plant within a seed, like the life within a glance. I do not speak english, I speak with gestures. Claudio Arezzo di Trifiletti "Conceptual art"
Questa voce è stata pubblicata in arte tre, tre e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.